articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

(In-) Sicurezza e immigrazione La “colpevolizzazione” dello straniero nel diritto dell’emergenza

Giuseppe Alesci

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 18 ottobre 2018 | Accettato: 30 ottobre 2018 | Pubblicato: 31 ottobre 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Dinanzi alla formless fear generata dall’emergenza immigrazione, il legislatore ha preferito la sicurezza alla libertà. E così, attraverso una politica di zero tolerance lo straniero è stato etichettato come delinquente, nemico “immaginario” da colpevolizzare ed escludere. Una riflessione trasversale sul fenomeno migratorio rivela, tuttavia, la distorsione di un sistema ormai privo di legittimazione, in cui il sacrificio delle tradizionali garanzie costituisce la causa – e non l’effetto – di una criminalità invero solo apparente.

 

Following the formless fear provoked by immigration emergency, the lawmaker has preferred security to freedom. Therefore, due to zero tolerance policy the foreigner was tagged as delinquent, “imaginary” enemy to blame and keep out. A transverse reflection on migration phenomenon reveals by now a distorted legal system without any legitimation, in which


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile