articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

Giudicato formatosi nei procedimenti in assenza e sua possibile rescissione

Filippo Giunchedi

Archivio Penale pp. 173-187
DOI 10.12871/978886741660810 | © Pisa University Press 2016
Pubblicato: 01 maggio 2016


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

I profili su cui occorre concentrarsi nella disamina dell’istituto a quasi due anni dalla sua “apparizione” nel panorama processuale penale, sono essenzialmente quelli del campo di applicazione in ragione della presenza di altri strumenti finalizzati a porre rimedio a processi celebrati con l’assenza incolpevole dell’imputato; quello relativo alla “cifra” probatorianecessaria per rescindere il giudicato; nonché le dinamiche − sulle quali il legislatore non è stato prodigo di indicazioni, rimettendo (consapevolmente?) all’elaborazione giurisprudenziale di fissarne toni e ritmi − e gli effetti


Sommario

1. Un rimedio “perfettibile”. - 2. Il perimetro applicativo. - 3. L’onere probatorio a carico dell’istante e i poteri integrativi della Corte. - 4. Le dinamiche. - 4.1. Gli effetti. - 5. Quale futuro per la rescissione del giudicato?

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati