articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Il caso Cappato e il diritto a morire (senza soffrire)

Gianluca Gentile

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 29 ottobre 2018 | Accettato: 06 novembre 2018 | Pubblicato: 07 novembre 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Questo lavoro si propone di analizzare criticamente le questioni di legittimità costituzionale dell’aiuto al suicidio (art. 580 c.p.) sollevate dalla Corte di Assise di Milano. Dopo essersi soffermato sui rapporti tra autodeterminazione e diritto a morire, lo scritto si sofferma su alcuni profili del caso Cappato, tra i quali quello della distinzione tra suicidio assistito e rinuncia ai trattamenti di sostegno vitale nei casi di persone gravemente e irrimediabilmente malate.

 

This paper aims to provide a critical analysis of the issues concerning the constitutional compliance of aiding and abetting suicide (art. 580 c.p.) raised by the Court of Assizes of Milan. After focusing on relashionships between personal autonomy and right to die, the paper discusses some issues of the Cappato case, such as distinction between assisted suicide and withdrawal of life-sustaining treatment in cases of grievously and irremediably ill people. 


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile