Il procedimento di distruzione delle merci illegali o contraffatte


A cura di: Mario Antinucci

Collana: «I Libri» di Archivio Penale
Num in collana: 3
Editore: Pisa University Press
ISBN: 9788867413508
Lingua: it
Anno: 2014
Pagine: 256
€ 20,00

Abstract

Il volume, risultato di un’importante ricerca scientifica del Dipartimento degli Studi Giuridici, Economici e Filosofici della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Sapienza di Roma nel campo della giustizia penale patrimoniale diretta da Alfredo Gaito e Giorgio Spangher, è un’opera collettiva di Autori italiani e stranieri a cura di Mario Antinucci, promotore del progetto. Il procedimento di distruzione delle merci illegali e contraffatte, nuovo ed inedito caso di distruzione di res illegali oggetto di confisca obbligatoria, rientra tra gli accertamenti complementari attivi nella fase delle indagini preliminari del processo penale. In chiave di sistema il tema solleva questioni di bruciante attualità, dal paradigma di minima interferenza del procedimento incidentale al polimorfismo del procedimento di distruzione nella giustizia patrimoniale penale; le nuove forme di confisca nella tutela penale dei diritti di proprietà industriale e le questioni di coordinamento con gli effetti della distruzione di merci illegali sui rapporti tra azione civile e azione penale. In tempi di giusto processo europeo i protagonisti della giurisdizione penale, a tutti i livelli di specializzazione, sono chiamati ad applicare il recente Codice doganale dell’Unione in vigore dal 1 gennaio del 2014 nonché il nuovo Regolamento relativo alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale e distruzione delle merci contraffatte da parte delle autorità doganali, introdotti dal legislatore europeo, consapevole delle dimensioni transnazionali del mercato economico illegale della contraffazione e delle penetranti infiltrazioni della criminalità organizzata. Solo un approccio multidisciplinare e condiviso allo studio di un tema attuale di cultura di legalità giuridica ed economica potrà aprire nuove frontiere sul terreno della sicurezza e delle garanzie del cittadino europeo.


Materiali