articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

La Cassazione fa chiarezza in ordine alla necessità di un “giusto” procedimento disciplinare per l’inflizione delle sanzioni ai detenuti

Nicoletta Mani

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 17 settembre 2018 | Accettato: 19 settembre 2018 | Pubblicato: 20 settembre 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

L’Autrice esamina la problematica del rispetto delle garanzie nel procedimento applicativo delle sanzioni disciplinari con riferimento alle infrazioni commesse dai soggetti in regime di detenzione carceraria. In particolare, si evidenzia come sussista un vero e proprio diritto a un “giusto procedimento disciplinare”, in cui la concreta esplicazione del diritto di difesa dell’incolpato rappresenta elemento imprescindibile per la legittimità della sanzione e che si traduce nella necessità che al detenuto sia concesso un ragionevole lasso di tempo per poter predisporre un’adeguata difesa.

 

The Author examines the problem of compliance with guarantees in the application procedure of disciplinary sanctions with regard to the infringements committed by prisoners. In particular, it is emphasized that there is a real right to a "fair disciplinary procedure", in which the concrete explication of the right of defense of the accused is an essential element for the legitimacy of the sanction and that translates into the need for the prisoner to be granted a reasonable amount of time to prepare an adequate defense.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile