articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

La pena nell’emergenza o la pena dell’indifferenza?

Pietro Pomanti

Archivio Penale
© dell'autore 2020
Ricevuto: 01 aprile 2020 | Accettato: 16 aprile 2020 | Pubblicato: 17 aprile 2020


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Ciò che si presenta oggi, nel pieno della emergenza epidemiologica, è l’ennesima occasione riaffermare i principi costituzionali che regolano la pena, aprendo così le porte a misure alternativese del caso eccezionali, tese ad evitare che la situazione carceraria giunga al collasso. È, difatti, alla clemenza che il legislatore e l’interprete giudiziale possono orientarsi nell’affrontare la drammatica condizione penitenziaria, secondo un approccio pragmatico, anche utilitaristico, finalizzato comunque a recuperare l’umanità della sanzione, perché riequilibrare la pena nelle attuali condizioni emergenziali, attenendosi alla stretta osservanza delle regole comportamentali ed a criteri di massima precauzione, significa comunque riaffermare la giustizia.

The punishment in an emergency or the punishment of indifference?

The current scenario in the midst of an epidemiological emergency gives a chance to reaffirm the constitutional principles governing the penalty, thus opening the doors to alternative corrective measures, if any exceptional, aimed at preventing the prison situation from collapsing.

The legislator and the judicial interpreter could in fact address themselves to the clemency in order to face the dramatic penitentiary condition, according to a pragmatic or even utilitarian approach aimed however at recovering the humaneness of the sanction, because restoring the balance of the punishment during the current emergency conditions, abiding by the strict observance of the behavior standards rules and the maximum precaution criteria, it means 


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile