articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

La politica criminale delle circostanze nella legislazione del terzo millennio

Aldo Natalini

Archivio Penale pp. 753-785
DOI 10.12871/97888331801374 | @ Pisa University Press 2017
Ricevuto: 08 dicembre 2017 | Accettato: 13 dicembre 2017 | Pubblicato: 15 dicembre 2017


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

Le circostanze del reato sono divenute le protagoniste assolute della legislazione penale del nuovo millennio: attraverso la proliferazione delle aggravanti e la loro coeva “blindatura”, il Legislatore “securitario” si è riappropriato a suo modo del ruolo di “direttore d’orchestra” della politica penale, riducendo progressivamente gli spazi di discrezionalità giudiziale.

Novella dopo novella, si è sviluppato un modello surrogatorio di politica criminale ove, al posto delle auspicate riforme del codice penale, si utilizza la leva “circostanziale” per dare risposte sanzionatorie visibili, immediate e di facile consenso. Le circostanze – compulsive, populiste, sgrammaticate ed ipertrofiche – sono diventate un abito prêt-à porter buono per tutte le emergenze: il Legislatore le brandisce come armi (simboliche) di puro repressivismo, inseguendo l’antica illusione della general-prevenzione. Ma lo strumento è troppo fragile perché abbia effettiva capacità dissuasiva.

 

The circumstances of the crime have become the “star attraction” of the criminal legislation of the new millennium: trought the proliferation of aggravanting circumstances and their “armour plating”, the Legislator has become the “director” of the criminal policy; this has reduced the playing filed of magistracy. 

The aggravating circumstances of the crime are used to introduce criminal sanctions that appear to be immediate and able to collect weak consensus. The “compulsive”, “populist”, “ungrammatical” and “hypertrophic” circumstances are a prêt-à porter dress good for every emergency: the legislator uses them symbolically as a means of repression bus it’s an instrument with a fragil power.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati