articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

L’audizione dei minori in incidente probatorio: una questione di equilibri

Sabrina Caporale

Archivio Penale pp. 951-975
DOI 10.12871/978886741611013 | © Pisa University Press 2016
Pubblicato: 20 dicembre 2015


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

Il tema della violenza sui minori rappresenta oggi una questione molto delicata, che rivela aspetti assai controversi in ordine alle modalità di acquisizione della dichiarazione resa da vittime. Queste, specialmente quelle di giovanissima età, rischiano di subire devastanti effetti da “vittimizzazione” secondaria o “da processo” qualora vengano sentiti nell’ambito del contraddittorio dibattimentale. Il contributo si propone di analizzare alcune questioni ancora aperte in materia, richiamando le novelle che hanno introdotto nuovi casi di ricorso all’assunzione anticipata della prova testimoniale nelle forme dell’incidente probatorio. Dopo aver analizzato il caso di c.d. “audizione protetta” del minore, l’Autrice rileva le problematicità intrinseche alla testimonianza da questo resa, soprattutto se raffrontate ai tempi della giustizia, ed evidenzia le forti criticità del sistema, analizzando i rischi nei quali si incorre ancorando l’istituto dell’incidente probatorio al tipo di reato, piuttosto che ritenerlo strumento eccezionale legato alla necessità di garantire un presidio di tutele forti rispetto alle esigenze del minore.


Sommario

1. Premessa. - 2. Violenze sui minori: il fenomeno sociale. - 3. La testimonianza del minore “abusato”. - 4. L’ascolto del minore nella fase investigativa. - 5. L’audizione “protetta” del minore: un incidente probatorio tutto “speciale”. - 6. Criticità. - 7. Conclusioni.

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati