articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

L’epilogo di “Taricco bis”: la Corte di Giustizia cede all’ordinanza della Consulta

Francesco Urbinati

Archivio Penale
© dell'autore 2017
Ricevuto: 05 dicembre 2017 | Accettato: 08 dicembre 2017 | Pubblicato: 11 dicembre 2017


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

L’autore analizza la pronuncia della Corte di Giustizia dell’Unione Europea sul rinvio pregiudiziale effettuato dalla Corte costituzionale con la celebre ordinanza 24/2017.

Il giudice europeo, cedendo alle indicazioni della Consulta, riconosce la natura della prescrizione quale istituto di diritto sostanziale per l’ordinamento italiano, ammonendo il legislatore nazionale e indicando una regola per il giudice comune che potrebbe condurre ad un’ennesima presa di posizione della Corte costituzionale.

 

The author analyses the ruling of the Court of Justice of the European Union on the reference for a preliminary ruling made by the Constitutional Court with the famous ordinance 24/2017.

The European Court, by giving the information of the consultations, recognises the nature of the prescription as the Institute of substantive Law for the Italian law, by the national legislature and by indicating a rule for the common Court which could Lead to another stance of the Constitutional Court.

 


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati