articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Atti persecutori e recenti modifiche normative: spunti di riflessione

Carlotta Cassani

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 30 marzo 2018 | Accettato: 03 aprile 2018 | Pubblicato: 04 aprile 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Il delitto di atti persecutori, fin dall’entrata in vigore dell’art. 612-bis c.p. nel 2009, sollecita riflessioni sotto il profilo del rispetto del principio di determinatezza della norma penale. La fattispecie è oggetto inoltre di nuove considerazioni critiche con riguardo ai recenti interventi normativi. L’inclusione degli atti persecutori tra i reati presupposto per l’applicazione delle misure di prevenzione personali e l’esclusione dall’ambito applicativo della causa di estinzione del reato ex art. 162 ter c.p. sollevano ulteriori perplessità, che il presente contributo analizza nel quadro degli interventi del Legislatore a tutela delle vittime del fenomeno dello stalking.

 

The crime of persecution acts, since the entry into force of art. 612-bis C.P. In 2009, calls for reflections in terms of respect for the principle of determination of the penal rule. The case is also subject to new critical considerations with regard to recent regulatory interventions. The inclusion of persecution acts between the offences assumed for the application of personal preventive measures and the exclusion from the scope of the cause of extinction of the offence ex art. 162 ter c.p. will raise further perplexities, which this contribution analyses in the context of the legislator's actions to protect victims of the stalking phenomenon.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile