articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Dalla concussione alla corruzione, passando per l’induzione indebita a dare o promettere utilità. La strada si interrompe a “mezza via”

Fabrizio Rippa

Archivio Penale
© dell'autore 2020
Ricevuto: 08 aprile 2020 | Accettato: 28 aprile 2020 | Pubblicato: 30 aprile 2020


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

A distanza di qualche anno dalla riscrittura delle norme in materia di corruzione e concussione operata dalla legge n. 190/2012, cui si deve anche l’introduzione della fattispecie di induzione indebita a dare o promettere utilità ex art. 319-quater c.p., e nonostante l’intervento chiarificatore delle Sezioni un. del 2013-2014 (sent. Maldera), i confini tra tali fattispecie non sembrano essere stati ancora delineati in maniera soddisfacente, generandosi così delle pericolose aree di interferenza nelle quali è soprattutto il ruolo del privato cittadino a muoversi lungo la dicotomica linea vittima/coautore del fatto illecito. La sentenza in commento offre l’occasione quindi di tornare a riflettere su di un percorso epistemologico che sembra essersi interrotto “a mezza via”, lasciando tra l’altro nel limbo della discrezionalità interpretativa questioni di prioritario rilievo, che attengono alla natura giuridica della fattispecie induttiva ed alle conseguenze sistematiche che ne derivano, prime fra tutte quelle in materia di configurabilità del tentativo.


From “bribary” to “extorsion by the pubblic officer”, passing trough “bribary by extorsion”. The road ends halfway


A few years after the rewriting of the rules on bribery and extortion by the pubblic officer made by law no. 190/2012, which also introduced the case of “bribary by extorsion” into the art. 319-quater of the Italian Criminal Code, the boundaries between these cases do not seem to have been satisfactorily delineated yet. This situation generates dangerous areas of interference, in which it is mainly the role of the private citizen not being clear, moving along the opposite position of victim/offender of the crime. The decision we are going to comment gives the opportunity therefore to rethink some fundamental question that still don’t have an answer, as the legal nature of the new case and the related one about the configurability of the attempt.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile