articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Dove non arriva il principio: il ne bis in idem tra sanzioni tributarie e politica giudiziaria delle Corti superiori

Gennaro Gaeta

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 10 aprile 2018 | Accettato: 20 aprile 2018 | Pubblicato: 23 aprile 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

La sentenza in commento recepisce le nuove condizioni di ammissibilità del doppio binario sanzionatorio, penale e amministrativo, formulate dalla Corte di Strasburgo, accogliendo in pieno i criteri della “stretta connessione sostanziale e temporale tra procedimenti” e della “proporzionalità e prevedibilità della sanzione complessiva”, che consentono di escludere il ne bis in idem, previsto dalla Convenzione europea. Dopo aver ripercorso le coordinate fondamentali del principio e il panorama di decisioni della Corte europea relativo all’art. 4, Protocollo n. 7 C.e.d.u., l’Autore si sofferma sulle ricadute sistematiche della pronuncia di legittimità, sottolineando la difficile compatibilità del nuovo assetto giurisprudenziale con il principio di legalità e, in definitiva, il rischio che esso possa condurre a una diminuzione di tutela del diritto fondamentale del cittadino a non subire plurime persecuzioni in idem factum.

 

The sentence in question incorporates the new conditions of admissibility of the double sanctioning, penal and administrative track, fully accepting the criteria of "sufficiently close connection in substance and time" and "proportionality between sanctions", purposed by the Court of Strasbourg, which allows the exclusion of non bis in idem principle, provided by the European convention on human rights. After having described the principle’s basic features and the panorama of the European court’s judgments concerning art. 4, Protocol n. 7 C.e.d.u., the Author focuses on the systematic repercussions of the Supreme Court’s judgment, underlining the difficult coexistence between the new jurisprudential set-up and the principle of legality and, ultimately, the risk that it may lead to a reduction in the protection of fundamental citizen’s right not to suffer multiple persecutions in idem factum.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile