articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

Giuristi e legislatori. A proposito dei recenti interventi sulla Procedura penale

Giuseppe Riccio

Archivio Penale pp. 439-468
DOI 10.12871/97888674157796 | © Pisa University Press 2016
Pubblicato: 30 agosto 2015


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

L’Autore si sofferma innanzitutto sul significato profondo del rapporto che lega Legislatore e Giurista, individuando in quest’ultimo il soggetto chiamato a fare sintesi tra politica e storia, intesa come evolversi degli eventi. Il compito del Giurista è dunque quello di individuare strumenti razionali e coerenti ai principi fondamentali, che siano utili a rispondere all’emersione delle nuove problematiche ed esigenze sociali. Seguendo questa linea di metodo, l’Autore affronta da un punto di vista politico e istituzionale e in chiave critica, i nodi essenziali delle più recenti riforme in materia penale, osservando come la complessa e variegata legislazione attuale sembra rispondere principalmente ad una nuova politica emergenziale, indotta anche dalla giurisprudenza di Strasburgo, che si sostanzia nell’esigenza di risposta al problema carcerario. In questa ottica, l’Autore esamina i nuovi istituti della messa alla prova, della sospensione dei procedimenti nei confronti degli imputati irreperibili, della non punibilità per particolare tenuità del fatto, infine soffermandosi sul disegno di legge rappresentato dal c.d. “Pacchetto-Orlando”.


Sommario

1. Formazione delle leggi e ruolo del giurista. - 2. Le radici della “manipolazione” del codice del 1989 e la genesi della “nuova” emergenza. - 3. L’“ossessione carceraria” tra “messa alla prova” e nuovi “modelli” di prescrizione. - 4. Gli itinerari dei rapporti tra fonti ed il processo in assenza. - 5. La tutela della libertà tra ritorno all’origine e limiti applicativi. - 6. Una critica combinazione: la “tenuità del fatto” tra causa di non punibilità e archiviazione. - 7. Luci ed ombre del “pacchetto-Orlando” tra efficienza e garanzie.

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati