articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Giustizia penale negoziata e divieto di giudizio abbreviato per i delitti puniti con l’ergastolo

Raffaele Pilloni

Archivio Penale
© dell'autore 2020
Ricevuto: 21 aprile 2020 | Accettato: 01 maggio 2020 | Pubblicato: 04 maggio 2020


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Dietro il tema imposto dalla recente novella che nega agli imputati di delitti puniti con l’ergastolo l’accesso al rito abbreviato germoglia il simbolismo nostalgico dell’intransigenza punitiva che, costruito intorno alla pena dell’ergastolo, si autoproclama come argine davanti al debordare di fallimentari - almeno sul piano dell’efficacia preventiva - forme di giustizia negoziata che conducono a una diminuzione premiale della pena, compresa quella perpetua. La struttura dogmatica del giudizio abbreviato, sottraendo quest’ultimo alle influenze evocative di locuzioni come “giustizia negoziata” o “rito premiale”, offre una prospettiva di partenza che, con lucidità, permette di scorgere non pochi dubbi sulla ragionevolezza di una scelta legislativa che mira, in via del tutto irrazionale, a sottrarre una data categoria di imputati all’ambito di applicazione del giudizio abbreviato. 


Negotiated criminal justice and the prohibition of the summary trial to crimes punished with life imprisonment. 


Behind the topic imposed by the recent amendment that denies to the defendants for crimes punished with life imprisonment the access to summary trial, it’s possibile to observe the nostalgic symbolism of punitive intransigence which, built around the life imprisonment, is self-proclaimed as a barrier before the overflow of failed - at least in terms of preventive effectiveness - forms of negotiated justice that lead to a decrease of the punishment, even if perpetual. The dogmatic structure of the summary trial, by subtracting the latter from the evocative influences of expressions such as “negotiated justice” or “reward trial”, offers a starting perspective which, clearly, allows to discern many doubts about the reasonableness of a legislative choice which aims, in a completely irrational way, to remove a given category of defendants from the scope of the summary trial.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile