articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

I due volti del ne bis in idem alla luce delle influenze europee

Enrico Pezzi

Archivio Penale pp. 377-399
DOI 10.12871/97888331803049 | @ Pisa University Press 2018
Ricevuto: 03 maggio 2018 | Accettato: 17 maggio 2018 | Pubblicato: 23 maggio 2018


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

Attraverso la sentenza n. 200 del 2016, la Corte costituzionale ha fatto proprio l'orientamento espresso dalla Corte europea dei diritti dell'Uomo in tema di ne bis in idem, che salda l'art. 649 c.p.p. al criterio dell'idem factum, sancendo il definitivo abbandono dell’idem legale. Nel presente contributo si affrontano le possibili ricadute che questa impostazione ermeneutica avrà con riferimento al fenomeno della convergenza – reale o apparente – di più norme incriminatrici sullo stesso fatto.

 

Through sentence n. 200 of 2016, the Italian constitutional Court adopted the ECHR case law about the ne bis in idem principle, which binds art. 649 c.p.p. to the idem factum criterion, thereby enshrining the definitive abandonment of legal idem. This article analyses the possible repercussions of this hermeneutical option in relation to the phenomenon of the convergence – either real or apparent – of multiple criminal offences on one and the same fact.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati