articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

I poteri di controllo della Corte di cassazione in punto di discorso argomentativo

Teresa Bene

Archivio Penale pp. 580-591
DOI 10.12871/978886741711718
Pubblicato: 01 luglio 2016


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

L’Autrice analizza il vivace dibattito sui poteri della Corte di cassazione in tema di struttura ogica del ragionamento indiziario della sentenza impugnata. Nello specifico pone l’accento sui due motivi di ricorso. Il primo riguardante la mancata assunzione di prova decisiva e relativo vizio di motivazione, dedotti sotto il duplice profilo dell’art. 606, co. 1, lett. d) ed e) c.p.p., in relazione all’art. 603 c.p.p., a seguito del mancato accoglimento della richiesta di rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale. Mentre il secondo motivo, il ricorso rileva la violazione degli artt. 192, co. 2, e 533 c.p.p., e relativo vizio di motivazione, in relazione alla dichiarazione di responsabilità dell’imputato.


Sommario

1. Premessa. - 2. I poteri di controllo della Corte di Cassazione sulla rinnovazion dell’istruzione dibattimentale in appello. - 3. Il processo indiziario. - 4. Il giudice “diterza istanza” e l’annullamento senza rinvio.

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati