articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Il dolo in cerca di una direzione penale Il contributo della scienza robotica ad una teoria delle decisioni umane

Daniela Falcinelli

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 15 febbraio 2018 | Accettato: 12 marzo 2018 | Pubblicato: 14 marzo 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

L’esegesi del dolo penale si può coerentemente ricondurre ad una nozione comune alla cultura scientifica contemporanea: i concetti di diritto vanno infatti letti seguendo il progressivo ed ininterrotto cammino dell’umano conoscere, che non è il solo “sapere tecnico di settore” ma è la cultura sociale, quella apprezzabile dall’uomo laico (“qualunque”), sintesi essenziale di un sapere collettivo oggi più che mai globalizzato per effetto di un continuo interscambio tra eterogenei piani scientifici, in cui da ultimo si inserisce la frontiera della scienza robotica. I ragionamenti che di questa hanno segnato il progresso, diventano quindi un interessante terreno di confronto interdisciplinare per verificare i risultati dell’euristica sul dolo penale, ed illuminarne l’essenza normativa.


The exegesis of criminal fraud can be coherently linked to a notion common to contemporary scientific culture: the concepts of law must be read following the progressive and uninterrupted path of the human knowing, which is not the only "technical know-how of the sector" but is the social culture, that appreciable by the everyman ("any"), essential synthesis of a collective knowledge today more than ever globalized by effect of a continuous exchange between heterogeneous scientific plans, in which the frontier of robotic science is finally inserted. The reasoning that has marked the progress of this, then become an interesting area of interdisciplinary comparison to verify the heuristic results on criminal intent, and enlighten the normative essence.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile