articolo pubblicato | articolo in abbonamento
Sottoposto a Peer review

La difesa dell’imputato dinanzi alla Corte di cassazione e la pretesa inapplicabilità dell’art. 108 c.p.p.: una lettura davvero riduttiva del ruolo del difensore nei giudizi di legittimità

Enrico Marzaduri

Archivio Penale pp. 592-594
DOI 10.12871/978886741711719
Pubblicato: 01 luglio 2016


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati


Riassunto

L’Autore commenta la sentenza criticando l’esito prospettato dalla Suprema Corte relativo alla possibilità per il difensore di chiedere un termine a difesa che gli consenta di prestare un’adeguata assistenza difensiva in considerazione di una sequenza temporale contrastante la possibilità di prendere la dovuta cognizione degli atti e di informarsi correttamente sui fatti oggetto del procedimento, ritenendola in tale decisione limitata alle sole situazioni nelle quali l’assistenza del difensore risulti obbligatoria.


Sommario


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L'intero articolo è disponibile per gli abbonati