articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

La giustizia riparativa tra istanze di legittimazione ed esigenze di politica criminale

Sylva D'Amato

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 21 marzo 2018 | Accettato: 26 marzo 2018 | Pubblicato: 27 marzo 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Il contributo riguarda la recente affermazione della giustizia riparativa anche nel sistema penale italiano. Inizialmente recepita nel sistema penale minorile per consentire una rapida estromissione del minore dal circuito penale ed agevolarne il processo educativo, la giustizia riparativa si è progressivamente affermata anche nel sistema penale ordinario. Si pone pertanto il problema di stabilire se gli istituti di recente introduzione, come la sospensione del processo con messa alla prova (art. 168-bis ss.c.p.) e l’estinzione del reato per condotte riparatorie (art.162-ter c.p.) possano effettivamente considerarsi rispondenti ai principi fondamentali riconosciuti in ambito internazionale in tema  di giustizia riparativa o non siano piuttosto funzionali al perseguimento di mere finalità di deflazione del carico giudiziario.

 

This paper deals with the most recent development and implementation of restorative justice in the Italian criminal law system. The juvenile criminal law system was the first to provide a restorative programme to pursue trial diversion and social rehabilitation. Progressively, it has also taken hold  in the criminal law system for adults. The aim of the paper is to examine whether the recently introduced institutions such as ‘probation for adult offenders’ (art. 168-bis ss.c.p.) and ‘extintion of the criminal offence for restorative conduct’ (art.162-ter c.p.) could actually be considered as restorative process in accordance with international basic principles on the use of restorative justice programmes in criminal matters or if they are just functional to the minor aim of a ‘judiciary deflation’  i.e. to reduce the number and the duration of criminal trials.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile