articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

La partecipazione dell’ente al procedimento, tra rigore formalistico e limiti al diritto di difesa

Francesco Urbinati

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 19 febbraio 2018 | Accettato: 21 febbraio 2018 | Pubblicato: 22 febbraio 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

L’Autore analizza una recente pronuncia della Corte di cassazione che conferma l’orientamento formalistico secondo cui le attività difensive si possono ritenere legittime solo a seguito di costituzione nelle forme previste dal d.lgs. 231/2001. Nello scritto si evidenziano le forti compressioni al diritto di difesa che tale indirizzo interpretativo potrebbe comportare.


The Author analyzes a recent ruling by the Court of Cassation confirming the formalistic orientation according to which the defensive activities can be considered legitimate only as a result of the constitution provided by Legislative Decree 231/2001. The text highlights the strong compressions to the right of defense that this interpretation could entail. 


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile