articolo pubblicato | articolo gratuito
Sottoposto a Peer review

La riforma Basaglia e la responsabilità penale dello psichiatra per atti auto- ed etero-lesivi dei pazienti in Italia

Adelmo Manna

Archivio Penale pp. 3-8
DOI 10.12871/97888674166081 | © Pisa University Press 2016
Pubblicato: 01 maggio 2016


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

L’Autore affronta il tema della responsabilità penale dello psichiatra per atti auto ed etero lesivi del paziente, prendendo atto del radicale cambiamento di prospettiva che si è attuato con l’abolizione dei manicomi giudiziari dopo la legge Basaglia e con l’introduzione dei principi espressi in materia di responsabilità medica con la legge Balduzzi. Attraverso l’analisi dell’attuale contesto normativo e giurisprudenziale, l’Autore giunge alla conclusione che la responsabilità per atti auto ed etero lesivi del paziente psichiatrico, oltre ad essere limitata ai casi di colpa grave, può configurarsi solo per i soggetti in T.S.O., in ragione della “posizione di garanzia” che caratterizza la figura dello psichiatra in questi casi. Infine, l’Autore auspica ad un ripensamento della giurisprudenza per ciò attiene alla configurabilità del reato colposo, in considerazione della sostanziale impossibilità di previsione degli eventi etero ed autolesivi dei pazienti e della conseguente inevitabilità degli stessi.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile