articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

L’attenuante del danno di particolare tenuità nei delitti contro il patrimonio nell’evoluzione della giurisprudenza di cassazione

Giuseppina Casella

Archivio Penale 49 pp.
© del'autore 2016
Pubblicato: 20 aprile 2014


L’intero articolo è disponibile


Sommario

1.Cenni generali ;2. L’attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità e il delitto di ricettazione di assegni; 3. La circostanza attenuante di cui all’art. 62 co. 1 n. 4 c.p. nel delitto di furto: analisi di un caso concreto; 4. L’attenuante del danno di particolare tenuità nel delitto di truffa aggrava-ta; 5. L’applicabilità dell’attenuante in esame nell’ipotesi di delitto tentato: una questione controversa risolta dalle Sezioni Unite; 5.1 Gli indirizzi della giurisprudenza di legittimità; 5.2 Gli orientamenti sul tema dell’ammissibilità della figura del delitto circostanziato tentato; 5.3. Gli orientamenti della dottrina; 5.4 Il trattamento sanzionatorio derivante dall’applicazione dell’attenuante di cui all’art. 62, n. 4, c.p. al tentativo; 5.5. La decisione delle Sezioni Unite.

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile