Pubblicato in: Dall'Europa

Le definizioni alternative del procedimento penale in Austria. Introduzione alla disciplina dell’archiviazione per tenuità e della diversione, di D. Rosani

Fin dalla preparazione del codice di rito vigente, in Italia si discute di una radicale deflazione del con-tenzioso penale. A proposito, l’Austria presenta una rilevantissima esperienza: da vari anni il suo ordi-namento processualpenalistica disciplina infatti sia una possibilità di archiviazione per tenuità, sia varie forme di diversione. La prima conduce direttamente alla cessazione del procedimento, mentre la diver-sione comporta una rinuncia alla persecuzione del fatto qualora l’indagato o l’imputato abbia adempiu-to certi obblighi. Tali istituti, aventi generale applicazione, consentono di concludere il procedimento senza un pronunciamento sostanziale sulla responsabilità penale. Il contributo si propone di presentare le caratteristiche salienti di tali due discipline, che potrebbero assurgere ad ispirazione per il legislatore italiano, e indicarne gli elementi critici. La loro consolidata applicazione da parte degli organi giudicanti e requirenti non è infatti esente da problematicità, in particolare con riguardo al principio di non colpe-volezza. Ciononostante, l’ampio ricorso a tali istituti permette di tenere al di fuori del circuito penale episodi di minima portata offensiva, dando risoluta attuazione ai principi di proporzionalità ed extrema ratio della risposta penale. In aggiunta, analisi empiriche hanno rilevato la loro incidenza positiva sul tasso di recidiva, mentre pure in termini di economia processuale essi contribuiscono in maniera decisi-va alla rapidità del procedimento penale austriaco.

Alternatives to criminal trials in Austria. An introduction to the regulation of dismissal for pettiness and diversion

Italy has discussed a radical deflation of criminal litigation since the preparatory works of the current code of criminal procedure. In this respect, Austria shows a profound experience. Its criminal procedu-re provides both for the possibility to dismiss a case due to the pettiness of the crime and for various diversion procedures. While dismissal leads directly to the termination of the proceedings, diversion involves a waiver of prosecution if the charged person has fulfilled certain obligations. These instru-ments, having general applicability, make it possible to terminate the proceedings without a ruling on criminal liability. This article aims to explore the main features of the widely applied Austrian provisions on dismissal for pettiness and diversion, which could be of inspiration to the Italian legislator. By doing this, it will point out some critical elements and shortcomings of their application by Austrian judges and public prosecutors, particularly with regard to the presumption of innocence. Nonetheless, these in-struments give a resolute implementation to the principles of proportionality and extrema ratio, avoiding a criminal trial for petty cases. In terms of procedural economy, they also decisively contribute to the expedited pace of Austrian criminal proceedings. Finally, empirical analyses suggest that these instru-ments have a clear positive impact on recidivism.