articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

L’essere ed il dover essere dell’inammissibilità delle impugnazioni tra dato positivo, costituzione ed azione giurisprudenziale

Filippo Raffaele Dinacci

Archivio Penale
© dell'autore 2020
Ricevuto: 31 marzo 2020 | Accettato: 09 aprile 2020 | Pubblicato: 11 aprile 2020


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Si assiste ad un diritto giurisprudenziale che tende, attraverso la dilatazione degli effetti tipici dell’inammissibilità, a limitare l’accesso al giudizio di impugnazione. Il tema, oltre ad evidenziare i difficili rapporti tra giudice e legge, tocca il diritto ad una giusta decisione ed i valori costituzionali ad essa connessi che non consentono di trattare l’affaire processuale con logiche d’impresa. Di qui la necessità di riassegnare forza regolativa al testo di legge nel rispetto di quel favor impugnationis che permea l’ordinamento.


The inadmissibility of the impugnation between law, constitution and jurisprudential action: What is and what ought to be


We witness a case-law which tends, through the expansion if the typical effects of the inadmissibility, to limit the possibility of impugnation. This issue, in addition to underline the difficult relationship between judges and law, compromises the right to have a fair judgment and the constitutional values connected to it, which do not allow to treat the procedural affair with entrepreneurial criteria. Therefore, the need to reinforce the value of the legislative text in order to guarantee the respect of the favor impugnationis that pervades the legal system.

 


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile