articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Particolare tenuità del fatto: le Sezioni unite decretano l'inapplicabilità dell'art. 131-bis c.p. nel giudizio dinanzi al Giudice di Pace

Emanuale Sylos Labini

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 09 agosto 2018 | Accettato: 28 agosto 2018 | Pubblicato: 31 agosto 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

La Corte di Cassazione mette la parola fine ad una questione sorta successivamente all'introduzione nel codice penale dell'art. 131-bis c.p., riguardante l'applicazione delle causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto ai reati di competenza del Giudice di Pace. Sul quesito, le Sezioni unite hanno fornito risposta negativa, sulla base della presenza all'interno del sistema della giustizia onoraria dell'istituto della improcedibilità per particolare tenuità del fatto di cui all'art. 34 d. lgs. n. 274/2000, il quale attribuisce alla persona offesa un potere di veto alla dichiarazione di non punibilità, rievocando la finalità conciliativa che contrassegna il microcosmo punitivo del sistema del Giudice di Pace.

 

The Court of Cassation puts an end to a question that arose after the introduction in the Italian Penal Code of Article 131-bis, concerning the application of this article to crimes in the system of the justice of the peace. On the question, the United Sections gave a negative answer, because in the system of honorary justice there's an institute called non processability due to the very low significance of the act by art. 34 d. lgs. n. 274/2000, which attributes a veto power to the offended person and enhances the conciliatory purpose that marks the punitive microcosm of the justice system of peace.



Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile