articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Politica criminale e contrasto al terrorismo internazionale alla luce del d.l. antiterrorismo del 2015

Lukas Staffler

Archivio Penale 62 pp.
© del'autore 2016
Pubblicato: 20 dicembre 2016


L’intero articolo è disponibile


Sommario

1. L’emergenza terroristica in Europa. – 1.1 Cenni storici. – 1.2. L’apparizione dello Stato Islamico. – 2. Caratteristiche della criminalità terroristica di matrice islamica. – 2.1. Patologia strutturale-organizzativa. – 2.2. Patologia della condotta terroristica. – 2.3. Combattenti all’estero e c.d. “lupi solita-ri”. – 3. Le misure di contrasto al terrorismo: Il d.l. antiterrorismo del 2015. – 4. (Segue) Le modifiche di diritto penale sostanziale in materia di terrorismo. – 4.1. Ampliamento delle fattispecie organizzative di terrorismo. – 4.2. Circostanza speciale e pena accessoria. – 4.3. Istigazione tramite mezzo informati-co o telematico. – 5. (Segue) Le modifiche di diritto penale sostanziale in materia di armi, uso e custo-dia di sostanze esplosive. – 6. (Segue) Le modifiche di diritto penale processuale. – 6.1. Il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo e il coordinamento delle indagini contro il terrorismo. – 6.2. Col-loqui investigativi a fini preventivi. – 6.3. Testimonianza con le generalità di copertura. – 6.4. Tempora-neo ampiamento della tutela processuale e delle garanzie funzionali. – 6.5. Modifiche in materia dell’arresto obbligatorio e facoltativo in flagranza. – 6.6. Indagine telematica e controllo sulla rete. – 7. (Segue) Le modifiche sostanziali e processuali al codice antimafia. – 8. (Segue) Le modifiche all’ordinamento penitenziario. – 9. Cenni di riflessione sulla strategia in contrasto al terrorismo alla luce del d.l. antiterrorismo del 2015. – 9.1. Offensività e determinatezza. – 9.2. Proporzionalità della pena. 9.3. Potere investigativo e tutela della privacy. – 10. Cenni conclusivi

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile