articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Tra fair play e prove di forza, la Corte di Giusti-zia risponde alla Consulta sul caso “Taricco-bis”

Novella Statuti

Archivio Penale
© dell'autore 2018
Ricevuto: 21 gennaio 2018 | Accettato: 25 gennaio 2018 | Pubblicato: 26 gennaio 2018


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

L'Autrice analizza la sentenza c.d. "Taricco-bis", le novità da questa apportate, gli aspetti problematici e quelli chiarificatori in essa contenuti rispetto sia alla prima sentenza Taricco che all'ordinanza di rinvio n. 24/2017 della Consulta, anche alla luce della nuova Direttiva (UE) 2017/1371. La riflessione si incentra poi su alcune importanti questioni sollevate dall'intera saga, come il tema della natura della prescrizione nei reati di frode grave contro gli interessi economici dell'UE e quello della gestione dei controlimiti; si sottolineano e commentano alcuni aspetti del dialogo intercorso tra la Corte di Giustizia e la Corte costituzionale e del ruolo giocato dal "giudice nazionale".

 

The Author analyses the so called "Taricco-bis" judgement, newnesses brought, problematic aspects and the clarifying ones compared to both the first Taricco judgement and the ordinance n. 24/2017 of the constitutional Court, moreover the new European Directive n. 2017/1371. Reflection then focuses on some important issues raised by the entire saga, like the nature of prescription in crimes of serious fraud against the economic interests of EU and problems regarding the counter-limits; some aspects about the dialogue between Court of Justice and italian constitutional Court and about the role played by the "national judge" have been highlighted and commented


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile