articolo pubblicato | open access
Sottoposto a Peer review

Monopolio del sapere scientifico e processo penale. Riflessioni a partire dal “caso Ustica”

Marianna Biral

Archivio Penale
© dell'autore 2021
Ricevuto: 01 July 2021 | Accettato: 19 July 2021 | Pubblicato: 23 July 2021


L’intero articolo è disponibile


Riassunto

Nel ripercorrere una delle vicende più lunghe e complesse della storia giudiziaria italiana, l’Autrice si sofferma sul tema del monopolio delle conoscenze scientifiche in capo ad una delle parti del processo, esplorandone manifestazioni, cause ed effetti. Il fenomeno è analizzato mettendone a fuoco le modalità di estrinsecazione nel caso di specie, per poi isolarne i tratti tipici “generalizzanti” e indagarne l’impatto sugli equilibri del sistema. Nella seconda parte del saggio, il problema è affrontato in un’ottica attenta alla contemporaneità, nel tentativo di ragionare sui meccanismi e le circostanze oggi suscettibili di alimentare forme di monopolio del sapere scientifico nel contesto processuale.


Monopoly on scientific knowledge within criminal proceedings. Considerations starting from the “Ustica case”


By analyzing one of the long-lasting and complex cases in Italian judicial history, the Author focusses on the problem of a party bearing the monopoly on scientific knowledge within the proceedings and explores features, causes and effects of such situation. The phenomenon is dealt with by highlighting its concrete features in the case considered, addressing general patterns and evaluating the impact on the judicial system. In the second part of the essay the subject is analyzed in light of the contemporary context by considering mechanisms and circumstances in principle capable of giving rise to monopolies on scientific knowledge in today’s criminal proceedings.


Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


L’intero articolo è disponibile